Accademia Gustav Mahler

L’Accademia Mahler persegue ormai da diversi anni la tradizione di svolgere la sua attività estiva all'insegna di un compositore: nel 2018 sarà la volta di Johannes Brahms. Pochi altri compositori sono riusciti a produrre così tanti capolavori indiscussi come Brahms, sia in ambito sinfonico che in ambito cameristico. La sua Prima Sinfonia sarà al centro del concerto sinfonico di quest’anno, nel quale gli studenti si esibiranno assieme a quindici musicisti della Mahler Chamber Orchestra, sotto la direzione del giovane ma già acclamato direttore israeliano Lahav Shani. Sebbene non abbia ancora compiuto trent'anni, Shani ha già diretto le più prestigiose orchestre del mondo, oltre ad essere direttore principale della Rotterdam Philharmonic ed essere stato designato direttore principale della Israel Philharmonic Orchestra. Solista del concerto sarà Stefan Dohr, primo corno dei Berliner Philharmoniker. In quattro concerti al Palazzo Mercantile, i giovani musicisti, che quest’anno sono stati scelti per partecipare all’Accademia Mahler fra cinquecento candidati, eseguiranno il vertice del repertorio cameristico brahmsiano: i due Sestetti per archi, i famosi Trii per pianoforte in si maggiore e in do maggiore, il Quintetto per clarinetto, il Trio per corno, il Quartetto per archi in do maggiore e il “divino” Quintetto per archi op. 111, che originariamente avrebbe dovuto diventare la sua Quinta Sinfonia. Sotto la guida di Heime Müller e Volker Jacobsen (già membri del Quartetto Artemis), di Franz Bartolomey (primo violoncello dei Wiener Philharmoniker) e dei musicisti della Mahler Chamber Orchestra, gli studenti si ritireranno in una “speciale clausura” per quasi un mese, per dedicarsi esclusivamente a Brahms. Per molti strumentisti di ogni generazione, Brahms può essere considerato il motivo per il quale sono diventati musicisti. Ad una richiesta altissima di partecipazione all’Accademia Mahler, corrisponde un altrettanto elevato livello degli studenti selezionati.


La direttiva europea 2009/136/CE (E-Privacy) regolamenta l'utilizzo dei cookie. Questo sito utilizza i cookie.
Ok
Infos