Antiqua

Antiqua propone quest'anno programmi inconsueti che esplorano zone poco conosciute della musica rinascimentale e barocca. Emblematica in questo senso è l’inaugurazione che proporrà il caleidoscopico mondo musicale e teatrale europeo del ‘500 con il Dramatodia Ensemble diretto da Alberto Allegrezza. L'ensemble La Confraternita de’ Musici e il direttore Cosimo Prontera saranno protagonisti del concerto La musica delle terre in cui pagine della tradizione colta e popolare del Sei-Settecento verranno messe a confronto, alla ricerca di affinità e caratteri distintivi. Particolare ed evocativa sarà la polifonia vocale portoghese del gruppo Cappella Musical Cupertino de Miranda. Lo spettro musicale del festival comprenderà inoltre compositori preclassici, come J.P. Rameau, cui il BRQ Ensemble diretto da Mahan Esfahani dedicherà un concerto monografico. “Possibilities” è l’eloquente titolo che raggruppa due concerti concepiti come luogo di sperimentazione tra la musica antica e altre discipline: quello dell’ipnotico, giocoso e irriverente flautista Gabor Vosteen e la serata dedicata a “Napoli!” alle origini della canzone da Di Lasso a.... De Vito che vedrà protagonisti la cantante Maria Pia De Vito, Michel Godard al serpentone e Claudio Astronio al clavicembalo.


La direttiva europea 2009/136/CE (E-Privacy) regolamenta l'utilizzo dei cookie. Questo sito utilizza i cookie.
Ok
Infos